AZIONE C.7 – Alimentazione supplementare di orsi con carcasse

In collaborazione con i locali gestori di caccia stabiliremo l’alimentazione supplementare sperimentale degli orsi con carogne di ungulati selvatici presso 20 posti di alimentazione selezionati che sono attualmente riforniti con mais e frutta (vedi anche azione A.5). Per capire meglio gli effetti dell’alimentazione con carogne e per poterli comparare all’ alimentazione solo con mais e frutta, la prima metà (10) dei siti di alimentazione verrà fornita con carogne mentre l’altra metà (10) solo con mais e frutta e viceversa l’anno successivo. Al fine di monitorare l’efficacia dell’alimentazione supplementare degli orsi con carogne useremo telecamere nascoste, osservazioni dirette e telemetria (vedi anche azione D.1).

Poiché l’efficacia dell’alimentazione con carogne non è ben esplorata, i risultati di questa azione probabilmente avranno conseguenze importanti per la futura gestione dell’orso. Questa azione potrebbe anche essere importante per il periodo del progetto LIFE DINALP BEAR. Nell’ambito dell’azione saranno forniti fonti di cibo di derivazione animale aggiuntivi, che compenseranno altre carogne che sono in questo momento in fase di rimozione artificiale dall’ecosistema a causa della scarsa consapevolezza dell’importanza di carogne da parte del pubblico e di alcuni gestori. Ulteriori fonti di cibo di derivazione animale anche compenseranno fonti di cibo di origine antropica, che verranno rimosse entro l’azione C.1.

Useremo telecamere automatiche ad infrarosso per fornire filmati di orsi che rovistano tra le carogne di ungulati selvatici al fine di dimostrare che questo è una parte importante del funzionamento degli ecosistemi e l’importanza delle carogne per gli orsi. Questi filmati verranno poi utilizzati nell’ambito delle azioni di sensibilizzazione pubblica (E.1 e E.2).

 

Ultime attività C.7: