AZIONE C.1 – La mitigazione dei conflitti nelle aree con il maggior rischio di conflitti – I rifiuti organici

Gli orsi bruni sono onnivori molto intelligenti e opportunistici che scoprono rapidamente le fonti di cibo accessibili. Quando tali fonti di cibo sono ripetutamente ubicate in prossimità d’insediamenti umani, gli orsi alla fine perdono la loro paura verso la gente (assuefazione alla presenza umana), a volte anche iniziano a collegare la presenza umana con il cibo (riflesso condizionato). Questo porta a conflitti sempre più gravi, i quali spesso sfociano in sparatoria contro l’orso problematico.

La conservazione a lungo termine degli orsi bruni nell’area del progetto dipende in gran parte dalle possibilità di garantire la coesistenza con la popolazione locale.. Questa convivenza è al momento seriamente minacciata, soprattutto a causa dei frequenti conflitti uomo-orso in quanto gli orsi si sono abituati alle persone che si avvicinano regolarmente agli insediamenti e causano paura tra la popolazione locale, spesso con danni anche alle proprietà.

Oggi, una percentuale relativamente piccola di residenti locali, sa come evitare i conflitti uomo-orso e in tanti pensano che il fattore più importante che influenza il numero di conflitti sia il numero degli orsi; per questo l’abbattimento dell’orso è spesso percepito come l’unico metodo efficace per risolvere i conflitti. Recenti ricerche hanno chiaramente dimostrato che il numero di conflitti solo in minima parte dipendono dal numero degli orsi rispetto ad altri fattori, quali la disponibilità di cibo di origine antropica intorno ai villaggi o la protezione del bestiame e degli alveari. Il cibo di origine antropica facilmente accessibile presso gli insediamenti è il fattore principale che crea l’assuefazione alle persone e attira gli orsi vicino ai villaggi. Pertanto, è essenziale evitare che gli orsi abbiano ’accesso alla spazzatura, ai frutteti, al bestiame e a tutte le altre fonti di cibo intorno agli insediamenti umani.

In quest’azione miglioreremo o sostituiremo i contenitori più critici nelle aree di maggior rischio di conflitto nelle comunità rurali locali, al fine di renderli resistenti agli assalti degli orsi.

Nelle zone rurali in Slovenia, quasi ogni casa ha un giardino e una compostiera. Tutti i rifiuti organici vengono spesso scartati in questi bidoni e di conseguenza possono attrarre gli orsi. Costruiremo dei cassonetti organici “a prova d’ orso” e li distribuiremo tra le comunità locali scelte.

Accanto ai cassonetti dei rifiuti e alle compostiere, le discariche illegali, in particolare quelle in prossimità d’insediamenti umani, rappresentano uno dei elementi più importanti che attraggono gli orsi. Il problema è ancora più grande perché su tali discariche le persone spesso disperdono anche i resti di macellazione, i quali particolarmente attraggono gli orsi. Le discariche illegali saranno denunciate ai servizi d’ispezione responsabili e saranno rimosse. Sarà installata anche la protezione per le discariche legali per impedire l’accesso agli orsi.

 

Ultime attività C.1: